casula viola mons cornacchia
casula viola mons cornacchia5
casula viola mons cornacchia4
casula viola mons cornacchia3
casula viola mons cornacchia2
casula viola paleocristiana cornacchia6

About Project:

COME REALIZZARE E INDOSSARE UNA CASULA VIOLA PALEOCRISTIANA

Tra le fogge più antiche di casule, v'è certamente quella paleocristiana. Essa riprende l'antica concezione del paramento sacerdotale, secondo cui esso dovesse simbolicamente ricordare una casa : quella del popolo di Dio.

Per questo motivo la Diocesi Di Molfetta-Giovinazzo ha commissionato ai sarti di Progetto Liturgico, la confezione della casula della prima messa del Vescovo mons. Cornacchia.

Il modello della casula viola paleocristiana

Il modello paleocristiano è l'antica ruota con uno scollo quadrato sul davanti. A differenza delle solite casule moderne, questa casula viola mostra chiaramente una forma particolare che copre completamente la figura del sacerdote. Nelle foto, è lampante come questa casula viola paleocristiana art. 50200A163 sia una "campana" e simbolicamente una vera casa.

Per espressa richiesta della committenza, la colonna del davanti è solo parzialmente cucita al capo. In questo modo i movimenti del sacerdote risultano più liberi e semplici.

Il tessuto della casula viola paleocristiana

Il tessuto è un prezioso damasco floreale in misto seta nel colore violaceo quaresimale. La casula viola è rigorosamente foderata in pulito con un raso di colore viola. In questo modo, non solo il sacerdote può indossare con maggiore comodità il paramento, ma anche nel momento in cui egli solleva le braccia, la forma classica consentirà una maggiore visibilità dell'interno della casula stessa.

Decorazione della casula viola paleocristiana

I decori sono realizzati attraverso il sapiente e certosino accostamento di galloni a disegno differente, tutti rigorosamente con lamina di argento. Essi sono stati pazientemente accostati e cuciti a mano sullo splendido vellutino in seta di produzione artigianale comasca.

La stola, nella miglior tradizione di Progetto Liturgico, non sfugge per preziosità e modello. Volutamente richiesta leggermente sporgente al fondo, visibile poiché vero simbolo del sacerdote, essa riprende nel tratto finale il decoro delle colonne centrali della casula stessa. Dodici fiocchi in argento mezzo fino ne esaltano la forma.

Una croce in argento al fondo di ogni lembo, impreziosito da cinque cristalli piccolissimi nel colore ametista, riprendeno il simbolo vescovile di mons. Domenico Cornacchia.

Trattandosi di una casula vescovile, al fondo nel dietro, è stato ricamato il simbolo vescovile stesso.

Impiego della casula viola paleocristiana

La casula viola paleocristiana trova ovviamente il suo impiego nel tempo di Quaresima, ma anche in tutte quelle occasioni funebri in cui si impone un certo decoro ed una solennità speciale. Essa, realizzata sempre su misura si addice al sacerdote che apprezza la solennità, ma non vuole nulla concedere allo sfarzo. La bellezza di questa casula infatti non è certamente nelle pietre e perle, ma nell'accostamento sapiente di tessuto, galloni e foggia.

Vuoi scoprire tutti i dettagli della casula viola?