Restauro del turibolo in argento
Restauro del turibolo in argento
Restauro del turibolo in argento
Restauro del turibolo in argento
Restauro del turibolo in argento
Restauro del turibolo in argento
Restauro del turibolo in argento
Restauro del turibolo in argento

About Project:

LE PRINCIPALI FASI DEL RESTAURO DEL TURIBOLO IN ARGENTO

Il restauro del turibolo in argento è un argomento che interessa moltissimo i sacristi e i sacerdoti di tutte le parrocchie a causa della sua particolare funzione: bruciare l'incenso.

Il turibolo, infatti, è quella sacra suppellettile preposta alla funzione di purificazione dell'altare e in generale dell'aula liturgica attraverso la bruciatura dell'incenso, una resina oleosa che procura non pochi danni al turibolo stesso, se non viene adeguatamente trattata.

Il restauro del turibolo in argento risalente all'800

Quello di cui andiamo a parlare è un prezioso turibolo in argento risalente all'800 che quando è stato portato nei nostri laboratori era in stato pietoso.

Deformato a causa degli urti presi nel corso del tempo, annerito internamente ed esternamente a causa della resina e dell'incuria di chi avrebbe dovuto pulirlo, presentava anche alcuni interventi di restauro malamente eseguiti con largo uso dello stagno.

Il lungo e paziente lavoro di restauro del turibolo in argento ha quindi riguardato diverse problematiche.

Restauro del turibolo in argento: il riassestamento

Ogni metallo sottoposto all'azione del calore tende a deformarsi, soprattutto se viene urtato ripetutamente. E' quel che è accaduto all'argento di questo turibolo.

Non solo il calore provocato dalla combustione dell'incenso al suo interno ha reso il metallo più malleabile, ma anche la poca cura di chi lo ha usato ed i ripetuti urti cui è stato sottoposto, ne hanno destabilizzato l'asse rendendolo storto.

Durante l'intervento di restauro in questo caso ci siamo occupati della messa in asse del turibolo e dell riassestamento di tutte le sue parti.

Restauro del turibolo in argento: la pulitura della resina interna

L'incenso è una resina oleosa che quando viene bruciata emana sì un buon profumo, ma anche degli olii che rimangono letteralmente attaccati  alle pareti del turibolo.

E' buona regola pulire il turibolo dopo ogni utilizzo, altrimenti accade che strati e strati di resina durissima  anneriscono e incrostano non solo l'interno, ma addirittura, l'esterno.

Rimuovere un tale accumulo di resina è operazione molto complessa e richiede un lungo processo di pulitura.

Restauro del turibolo in argento: l'intervento di ripristino

L'impiego prolungato nel tempo procura danni inevitabili all'argento legati all'usura del metallo. Nell'intervento di restauro del turibolo in argento in questo caso, abbiamo in alcuni casi ripristinato alcune parti mancanti, in altri abbiamo completamente sostituito lo stagno impiegato negli approssimativi restauri precedenti con nuovo argento.

Lucidatura e brunitura

Nelle fasi finali del processo di restauro del turibolo in argento abbiamo lucidato il metallo e brunito dei particolari decorativi.

L'argento lucidato ha riportato il turibolo al suo antico splendore, mentre la brunitura dei particolari ha messo in rilievo lo stile decorativo a cui l'antico artigiano si è ispirato.

Affida il restauro del turibolo in argento a mani esperte

Il restauro del turibolo in argento ha ridato nuova vita ad un meraviglioso pezzo di arte sacra risalente addirittura all'800.

E' importante prendersi cura di tali oggetti dall'immenso valore storico e collettivo, patrimonio parrocchiale e memoria storica della comunità a cui appartengono.

Compito di un bravo sacerdote è quello di affidarsi alle mani dei bravi artigiani di Progetto Liturgico che sanno realizzare ad arte un intervento di restauro conservativo.